Sei in: Skip Navigation LinksHome > Uffici Comunali > Ufficio Servizi Sociali > Assegno nucleo famigliare numeroso
Assegno nucleo famigliare numeroso
Indietro

L'art. 65 della legge 23 dicembre 1998, n. 448 ha introdotto, con decorrenza dal 1° gennaio 1999, un nuovo intervento di sostegno, denominato assegno ai nuclei familiari con almeno tre figli minori, per le famiglie che hanno figli minori e che dispongono di patrimoni e redditi limitati.
 
REQUISITI

Hanno diritto all'assegno per il nucleo familiare:
 
  • cittadini italiani e dell’Unione europea residenti, cittadini di paesi terzi che siano soggiornanti di lungo periodo, nonché dai familiari non aventi la cittadinanza di uno stato membro che siano titolari del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente;
  • il nucleo familiare composto almeno da un genitore e tre figli minori (appartenenti alla stessa famiglia anagrafica), che siano figli del richiedente medesimo o del coniuge o da essi ricevuti in affidamento preadottivo;
  • nuclei familiari con risorse reddituali e patrimoniali non superiori a quelle previste dall’indicatore della situazione economica (I.S.E.) valido per l’assegno.

     Per l'anno 2016  l'ISEE  deve essere inferiore  a euro 8.555,99. Per nuclei familiari con diversa composizione o per i quali debbono applicarsi le maggiorazioni, tale somma è riparametrata a norma di legge.
     
    MODALITA' E TERMINI DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
    La domanda deve essere presentata al Comune entro il termine perentorio del 31 gennaio dell'anno successivo a quello per il quale viene richiesto l'assegno.L’INPS provvede al pagamento dell’assegno con cadenza semestrale posticipata (entro il 15 luglio e il 15 gennaio)
     
    MISURA DELL'ASSEGNO
    L'assegno al nucleo familiare con tre figli minori può essere erogato ogni anno:
    - sino ad un importo massimo di euro 141,30 mensili per le richieste relative all'anno 2016;
    - per il numero dei mesi in cui sono stati effettivamente presenti i tre minori.
     
    PAGAMENTO DEGLI ASSEGNI
    Il Comune, dopo avere controllato la sussistenza di tutti i requisiti, concede o nega l'assegno con un proprio provvedimento, e lo comunica a chi ha presentato la richiesta. Il pagamento è effettuato dall'INPS con cadenza semestrale posticipata.

    Scarica il file in formato .docdomanda_tre_figli_minori.doc