Sei in: Skip Navigation LinksHome > Uffici Comunali > Ufficio Tributi > IUC - TARI - Tassa sui rifiuti
IUC - TARI - Tassa sui rifiuti
Indietro

La TARI (Tassa sui rifiuti) è una delle tre componenti della IUC (Imposta Unica Comunale), è riferita ai servizi ed è destinata a finanziare i costi del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti urbani ed assimilati; il riferimento normativo è costituito dall’articolo 1, commi da 641 a 668, della Legge 147/2013 (legge di stabilità 2014) è dovuta da tutti i soggetti che possiedono o detengono a qualsiasi titolo locali o aree scoperte, a qualsiasi uso adibiti, suscettibili di produrre rifiuti urbani ed assimilati. Sono rifiuti assimilati tutti quei rifiuti speciali che per qualità ed entro certi limiti quantitativi sono equiparati a quelli urbani, prodotti dalle utenze domestiche, e che vengono smaltiti tramite il servizio pubblico di raccolta e smaltimento dei rifiuti.

La TARI, a decorrere dal 01 gennaio 2014 subentra alla TARES, istituita dal Decreto Legge 6 dicembre 2011, n. 201, convertito con modificazioni in Legge 22 dicembre 2011 n. 214 che a sua volta aveva sostituito a decorrere dall’anno 2013 la Tariffa di Igiene Ambientale, in vigore nel Comune di Boltiere da più di un decennio. Con la TARES i contribuenti erano tenuti a versare due diversi tributi: una componente riferita al servizio rifiuti e un’altra riferita agli stessi servizi indivisibili finanziati nell’anno 2014 dalla TASI e prelevati sotto forma di maggiorazione di € 0,30 per ogni metro quadro soggetto alla “tassazione rifiuti”.

Con il termine TARI si ritorna a definire nell’anno 2014 esclusivamente la tassazione per il servizio rifiuti. Pur essendo variato il nome, non sono in sostanza cambiati i presupposti e le modalità di calcolo del tributo rispetto alle annualità precedenti.

Le tariffe vengono deliberate annualmente dal Consiglio Comunale contestualmente all'approvazione del Piano Economico Finanziario, nel quale vengono descritte le modalità di gestione del servizio, sono indicati gli obiettivi dell’amministrazione comunale e si quantifica il costo complessivo del servizio, con l’obbligo di copertura del 100% dei costi, mediante la riscossione del tributo. I costi sono suddivisi in fissi (spazzamento strade, costi del personale riconducibili al servizio, costi amministrativi di gestione e riscossione) e variabili (costi di raccolta, trasporto e smaltimento dei rifiuti, differenziazione e riciclo). Tale ripartizione genera le due componenti della tariffa, fissa e variabile, destinata appunto alla copertura di tali costi. I contribuenti sono suddivisi in due grandi macro-categorie, le utenze domestiche e quelle non domestiche, a loro volta ripartite in diverse categorie.

A decorrere dall'anno 2016, il Comune di Boltiere ha introdotto delle rilevanti novità nella gestione del servizio rifiuti e contestualmente nelle modalità di tassazione, ad esempio escludendo le superfici dal calcolo del tributo per le utenze domestiche e tassando queste unicamente in relazione alla composizione del nucleo familiare. Parallelamente all'introduzione della raccolta della frazione secca residua del rifiuto indifferenziato, mediante contenitori dotati di microchip e collegati univocamente ai contribuenti, è stata approvata una terza componente della tassazione da riferirsi unicamente alla raccolta e allo smaltimento di tale frazione, calcolata in relazione al numero dei conferimenti.

 
Nell'anno 2017 il Consiglio Comunale ha approvato due modifiche al Regolamento vigente, incrementando al 30% la percentuale di riduzione della quota variabile della tariffa che compone il tributo delle utenze domestiche, per quanti effettuano il cd. "compostaggio domestico" della frazione organica dei rifiuti, e introducendo una riduzione del 50% della tariffa variabile per le utenze non domestiche, tassate con categoria 2.01 ("musei, biblioteche, associazioni e luoghi di culto").
 
Nell'anno 2018 il Consiglio Comunale ha modificato l'articolo 45 del Regolamento vigente un articolo, prevedendo la riduzione del 100% della quota variabile del tributo giornaliero per le manifestazioni del territorio che prevedono la somministrazione di cibo e che si ispirino ai principi delle "ecofeste".
 
DELIBERAZIONI DI APPROVAZIONE DEI PIANI FINANZIARI E DELLE TARIFFE ANNUALI
 
 
 
 
 
 
NUOVO REGOLAMENTO COMUNALE DAL 01.01.2016