Comune di Boltiere
Comune di Boltiere Comune di Boltiere Comune di Boltiere
Ignora collegamenti di navigazioneHome > News-Primopiano

Avviso pubblico per l’erogazione di buoni spesa

Articolo 1. Finalità

1. Con il presente avviso pubblico il Comune di BOLTIERE, in attuazione del decreto – Legge 23 Novembre 2020, n. 154[1], intende sostenere i cittadini più esposti agli effetti economici derivanti dall’emergenza epidemiologica da virus Covid-19 e quelli in stato di bisogno, per soddisfare le necessità più urgenti ed essenziali attraverso misure urgenti di solidarietà alimentare, con priorità per quelli non già assegnatari di sostegno pubblico.

2. Il presente avviso pubblico disciplina l’erogazione di misure urgenti di solidarietà alimentare, attraverso buoni spesa, finalizzati alla riduzione del costo sostenuto dalle famiglie per l’acquisto di genere alimentari, di valore variabile, spendibili presso esercizi commerciali di generi alimentari come da indicazioni pubblicate sul sito istituzionale del Comune.

Articolo 2. Risorse

1. Le risorse complessive per la finalità del presente provvedimento ammontano per il Comune di BOLTIERE a € 30.000,00,  finanziate con trasferimenti statali per le misure urgenti di solidarietà alimentare.

Articolo 3. Requisiti di accesso

Possono accedere alle misure urgenti di solidarietà alimentare previste:

1.  i cittadini residenti nel Comune alla data di presentazione della domanda in condizione di difficoltà economica per riduzione del reddito derivante da emergenza sanitaria da Coronavirus, anche a seguito di un precedente stato di bisogno e/o fragilità economica, in possesso di:

§  conto deposito titoli e/o obbligazioni; gestione collettiva del risparmio; Gestione patrimoniale; Certificati deposito e buoni fruttiferi non superiore per un valore non superiore a € 10.000,00;

§  un “indicatore reddituale” non superiore a € 10.000,00, calcolato in base alla somma dei redditi dei componenti il nucleo familiare degli ultimi tre mesi - settembre, ottobre e novembre (a), riparametrati sui 12 mesi, e del saldo conti correnti bancari e postali al 30 novembre 2020 (b), detratti i costi del canone d’affitto annuale[2] e dell’eventuale mutuo annuo dell’abitazione principale[3] (c), diviso per il numero dei componenti il nucleo anagrafico, come da parametro allegato 1 (d).

Gli elementi che concorrono a determinare l’”indicatore reddituale” sono combinati come segue:

(a)  x 4 + (b) – (c)

--------------------------

                    (d)

2. per i cittadini stranieri non appartenenti all’Unione Europea si richiede il possesso di un titolo di soggiorno in corso di validità.

Articolo 4. Importo dei buoni spesa e condizioni di utilizzo

1. L’importo dei buoni spesa, fruibili solo per una volta da ciascun nucleo familiare richiedente nell’ambito del presente avviso, è diversificato in relazione all’ampiezza del nucleo familiare fino ad un importo massimo di euro 450,00 =, così come specificato nella tabella seguente:

Componenti nucleo familiare

Importo una tantum

1

150,00 €

2

250,00 €

3

300,00 €

4

350,00 €

5

400,00 €

6 e oltre

450,00 €

 

3. Il buono spesa, anche frazionabile, non è trasferibile, né cedibile a persone diverse dal beneficiario individuato, né in alcun modo monetizzabile. Non sono ammissibili forme di compensazione o rimborso, anche parziale, di prestazioni non usufruite o non usufruite integralmente.

4. Il buono spesa ha validità massima fino al 28 febbraio 2020.

Articolo 5. Presentazione della domanda

Le persone in possesso dei requisiti previsti dal presente avviso pubblico possono presentare domanda di assegnazione del buono spesa all’ufficio dei Servizi Sociali del comune di BOLTIERE dalla data  4/1/2021 e fino al 20/1/2021 compilando l’apposito modulo scaricabile dal sito istituzionale del Comune www.comune.boltiere.bg.it inviandolo per mail al seguente indirizzo servizisociali@comune.boltiere.bg.it oppure consegnandolo nella cassetta della posta del Comune.

2. I servizi sociali comunali verificheranno l’ammissibilità delle richieste ricevute ed aggiorneranno l’elenco delle domande ammesse all’erogazione dei buoni spesa. Le domande incomplete saranno considerate non ammissibili. E’ possibile in sede di analisi dell’istanza richiedere informazioni aggiuntive al richiedente anche telefonicamente.

3. L’assegnazione dei benefici avviene fino ad esaurimento dei fondi disponibili secondo le seguenti priorità:

a)   persone che non hanno già beneficiato di altri sostegni economici pubblici nel corso dell’anno 2020, quali a titolo esemplificativo buono spesa, buono affitto, sostegno “Pacchetto famiglia”, voucher di Ambito, altri contributi statali, regionali e comunali, ecc.;

b)   persone che sono in condizione di difficoltà economica per riduzione del reddito derivante da emergenza sanitaria da Coronavirus;

c)    fino ad esaurimento dei fondi disponibili secondo l’ordine di ricezione della domanda.

 Articolo 6. Controlli

1. L’azione di controllo ha lo scopo di verificare la corretta applicazione delle disposizioni dettate per l’ammissibilità delle domande, la congruità della spesa e l’erogazione del contributo ai beneficiari. Essa deve pertanto accertare la coerenza delle azioni e determinazioni assunte con le condizioni e i requisiti previsti nel presente avviso pubblico. Per svolgere la necessaria azione di controllo, il Comune si avvarrà delle informazioni in proprio possesso, nonché di quelle di altri enti della Pubblica Amministrazione, richiedendo nei casi opportuni l’intervento della Guardia di Finanza.

Il Comune effettuerà dei controlli mirati e dei controlli a campione sulle domande pervenute in merito alla veridicità di quanto dichiarato, richiedendo documentazione attestanti quanto autocertificato.

3. Qualora siano stati riscontrati nelle dichiarazioni o nelle pratiche prese in esame, errori e/o imprecisioni sanabili, il Comune procede ai sensi della legislazione vigente.

4. Qualora siano state rilevate falsità nelle dichiarazioni rese, il Comune provvede ai sensi dell’art. 75 del d.p.r. n. 445/2000 alla revoca del beneficio e attiva le procedure di recupero e alla segnalazione all’Autorità Giudiziaria.

 

Articolo 7. Informativa in materia di protezione dei dati personali, ai sensi del Regolamento generale per la protezione dei dati personali n. 2016/679 - GDPR

1.     I dati personali acquisiti con la domanda e relativi allegati:

a. devono essere necessariamente forniti per accertare la situazione economica del nucleo del dichiarante, i requisiti per l'accesso al buono spesa e la determinazione del buono spesa stesso, secondo i criteri di cui al presente avviso pubblico, e il loro mancato conferimento può comportare la mancata erogazione del servizio richiesto e l’esito negativo della pratica;

b. sono raccolti dai soggetti appositamente autorizzati al trattamento di tali dati e trattati, anche con strumenti informatici, al solo fine di erogare il buono spesa e per le sole finalità connesse e strumentali previste dall'ordinamento;

c. possono essere scambiati tra i predetti enti o comunicati al Ministero dell’Economia e delle Finanze e alla Guardia di Finanza per i controlli previsti;

d. non sono soggetti a diffusione generalizzata.

2. I dati personali saranno trattati in forza delle seguenti basi giuridiche:

a. necessità del trattamento per l'esecuzione dei compiti di interesse pubblico e/o connessi all'esercizio di pubblici poteri da parte del Comune;

b. necessità del trattamento per adempiere un obbligo legale al quale è soggetto il Comune.

Nel caso specifico, il trattamento viene effettuato in forza di quanto previsto dal DL 154/2020 e dall’ordinanza dell’ODPDC n. 658 del 29 marzo 2020.

3. I dati personali saranno conservati per il periodo necessario a realizzare le finalità illustrate al punto 1 lett. b) della presente informativa. I dati potranno essere conservati per un periodo indeterminato esclusivamente ove previsto da norme di legge o regolamentari.

4. La normativa sulla privacy (artt. 12-22 del Regolamento UE 679/2016) garantisce all’interessato il diritto di essere informato sui trattamenti dei dati che lo riguardano e il diritto di accedere in ogni momento ai dati stessi e di richiederne l’aggiornamento, l’integrazione e la rettifica. Ove ricorrano le condizioni previste dalla normativa l’interessato può inoltre vantare il diritto alla cancellazione dei dati, alla limitazione del loro trattamento, alla portabilità dei dati, all’opposizione al trattamento e a non essere sottoposto a decisioni basate unicamente sul trattamento automatizzato. Per l’esercizio dei propri diritti, nonché per informazioni più dettagliate circa i soggetti o le categorie di soggetti ai quali sono comunicati i dati o che ne vengono a conoscenza in qualità di responsabili o incaricati, l’interessato potrà rivolgersi al Titolare: Comune di Boltiere C.F. 84002910168 - P.IVA 01005700164, , con sede legale in BOLTIERE (BG), - Via Don Giulio Carminati 2  ai recapiti istituzionali o  al Responsabile della protezione dei dati personali all’indirizzo email: nicola.madrigali@ordingbo.it – pec: nicola.madrigali@ingpec.eu . Ove ritenga lesi i suoi diritti, l’interessato potrà tutelarsi proponendo reclamo innanzi al Garante per la protezione dei dati personali.

5. Titolare del trattamento è il Comune di Comune di Boltiere C.F. 84002910168 - P.IVA 01005700164, con sede legale in BOLTIERE (BG), - Via Don Giulio Carminati 2.

 

Allegato 1

 Numero componenti


Scala equivalenza

1

1,00

2

1,57

3

2,04

4

2,46

5

2,85

6

3,20

7

3,55

8

3,90

 Maggiorazioni:

  • presenza persone disabili >66%   + 0,50
  • numero minorenni superiori a 2    + 0,20

Parametro totale (d): scala equivalenza + maggiorazioni



[1] “Misure finanziarie urgenti connesse all’emergenza epidemiologica da COVID – 19, ART. 2 “Misure urgenti di solidarietà alimentare”.

[2] Calcolato anche come rata mensile x12 mesi

[3] Calcolato anche come rata mensile del muto x 12 mesi o altra periodicità nel corso dell’anno